7 Miti comuni sul viaggio in Africa dissipati


Kristin Addis della Be My Travel Muse scrive la nostra rubrica periodica sul viaggio femminile da solista. È un argomento importante che non riesco a coprire in modo adeguato, quindi ho invitato un esperto a condividere i suoi consigli per le altre donne che viaggiano per aiutare a coprire gli argomenti importanti e specifici per loro! È anche straordinariamente ben informata sui viaggi in Africa. Questo mese, Kristin abbatte alcuni dei miti più persistenti quando si tratta di viaggiare in Africa.

Quando dissi ai miei amici del mio primo viaggio da solista in Africa, pensarono che fossi pazzo.

"Che mi dici di Ebola?"

"Non puoi viaggiare in Africa da solo! È troppo pericoloso!"

"Stai per essere mangiato da un leone o qualcosa del genere!"

Questa è una reazione comune da parte di coloro che non sono stati nel continente e sono abituati a vederlo ritratto in modo molto negativo nelle notizie e nella cultura popolare. Spesso ascoltiamo solo il lato negativo: corruzione, guerra, malattie, criminalità e povertà. Con poco altro da fare, la maggior parte delle persone ha naturalmente un'impressione negativa dell'Africa.

La realtà è che l'Africa è un continente con culture, paesaggi e attività incredibilmente variegati che puoi vivere solo lì. I safari sono certamente una grande attrazione, ma c'è molto di più in Africa. L'Africa è dove ho visto il mio primo squalo balena, dove ho trascorso più tempo a stare nelle case di persone che avevo appena incontrato piuttosto che pagare per gli ostelli, e dove ho fatto autostop in tutta sicurezza dalla bellissima città sulla spiaggia alla bellissima città di mare. È un continente pieno di gente in movimento, un'industria cinematografica fiorente, centri tecnologici in crescita e molti progetti di sviluppo. Sono ancora continuamente umiliato dall'ospitalità e dall'unicità che trovo in ogni visita.

Eppure ogni volta che torno, sento le stesse preoccupazioni, preoccupazioni e percezioni errate. Oggi, affrontiamoli. Ecco sette miti comuni sui viaggi in Africa e sul perché si sbagliano:

"L'Africa è solo un grande posto".


L'Africa è spesso considerata un posto unico nei media e nella cultura pop, come quando la portavoce ombra degli esteri dell'Oceania Tanya Plibersek si riferì all'Africa come a un paese. Ma il continente contiene 54 paesi, migliaia di culture, circa 2.000 lingue e paesaggi molto divergenti. L'Africa ospita il più grande deserto del mondo (il Sahara) e la montagna più alta al mondo (Kilimanjaro). Più di 600 nuove specie sono state scoperte in Madagascar nell'ultimo decennio.

Sono costantemente sconvolto da quanta varietà ci sia in Africa. Ho pedinato le dune giganti arancione in Namibia, ho camminato lungo le spiagge di sabbia bianca della Tanzania, ho camminato con i gorilla in Uganda e mangiato nelle giunture dei barbecue nelle township sudafricane (e ristoranti alla moda a poche miglia di distanza).

Parlarne come un grande posto è come dire che l'Europa o l'Asia è un grande posto. Con l'Africa, non puoi generalizzare.

"L'Africa è pericolosa".


I recenti attacchi terroristici in Kenya da parte del gruppo estremista Al-Shabab, il conflitto in corso con Boko Haram in Nigeria, la difficoltà di istituire un governo solido in Somalia, la guerra civile nel Sud Sudan e l'intero movimento Kony 2012 non hanno aiutato l'immagine dell'Africa. In combinazione con la nostra memoria culturale di "diamanti di sangue", il genocidio ruandese, e Black Hawk Down, l'immagine mentale della maggior parte delle persone in Africa è quella di un luogo pieno di conflitti e di pericoli in ogni angolo.

È vero che alcuni - ma certamente non tutti - dell'Africa sono molto pericolosi per viaggiare in questo momento. Ma questo è un altro caso in cui non è possibile generalizzare. Ci sono molte, molte parti sicure. Secondo l'Institute for Economics and Peace (che basa le sue classifiche su fattori come crimine violento, terrorismo e conflitti interni ed esterni), Botswana, Namibia, Zambia, Madagascar, Ghana, Sierra Leone, Tanzania e Malawi (solo per nominare alcuni sulla lista) sono tutti più sicuri degli Stati Uniti.

"Viaggiare in Africa è solo per il voluntourismo o safari".


Ricordo di essermi seduto in un ristorante in Namibia con alcuni locali quando uno di loro chiese sfacciatamente: "Allora, cosa sei qui per salvare?" Dopotutto, l'Africa vede un gran numero di volontari che vengono a salvare qualcosa e cercano di fare del bene (anche se spesso fanno il contrario). Il 47% dei volontari di Peace Corps serve in Africa e, nel 2014, solo il Sudafrica ha accolto 2,2 milioni di volontari!

Per quanto riguarda il turismo, molte persone pensano che per vedere l'Africa, devi andare in un safari e avere tutto pianificato per te. Pochissimi immaginano "backpacking" attraverso l'Africa come fattibile e sicuro, ma proprio come l'Asia o il Sud America, l'Africa ha anche le tracce di un escursionista, ed è piena di persone che non sono né volontarie né ricercatrici di safari.

C'è molto altro da fare e vedere in Africa, come visitare le Piramidi di Giza in Egitto, rilassarsi sulle famose spiagge di Zanzibar, scalare il Kilimangiaro in Tanzania, esplorare le antiche città di Marrakech e Timbuktu, fare immersioni subacquee in Mozambico, esplorare il borgate in Sud Africa, e bungee jumping a Victoria Falls in Zambia, una delle meraviglie naturali del mondo.

"Hai bisogno di un sacco di soldi per viaggiare attraverso l'Africa."


Dal momento che molte persone credono di dover andare in un safari, pensano che sia costoso viaggiare in Africa. Ma l'Africa non deve essere la terra dei safari che costano diverse migliaia di dollari al giorno e gli hotel sulla spiaggia con maggiordomi privati.

È vero il contrario. Sono stato sorpreso di poter guidare attraverso il Parco Nazionale Kruger in Sud Africa o il Parco Nazionale Etosha in Namibia, senza pagare un dollaro per un tour. Tra questi due parchi, puoi facilmente individuare "i cinque grandi" (il leone, l'elefante, il bufalo, il rinoceronte e il leopardo) da soli.

Sono rimasto colpito dall'ottimo rapporto qualità-prezzo per gli alloggi. In Mozambico, sono stato in grado di affittare una capanna sulla spiaggia per soli $ 15 a notte, e puoi trovare alloggi economici che vanno da $ 10 per una camera dormitorio a $ 20 per un bungalow privato (anche in Sud Africa, Namibia e Marocco). Non potevo credere a quanto fossero uniche e originali le sistemazioni in Sud Africa, dai campeggi alle case vacanze indipendenti. In Tanzania, i campeggi erano di solito in luoghi bellissimi, con docce calde e aree di cottura e talvolta anche piscine!

Anche il trasporto non deve essere costoso. Ad esempio, ci sono opzioni di safari economiche a partire da $ 80 al giorno compresi cibo, alloggio e attività (o fare un safari in auto-guida); Baz Bus (rivolto ai backpackers in Sud Africa) offre corse brevi di $ 10 o un abbonamento di tre settimane per circa $ 325; e gli autonoleggi in Namibia e Sud Africa hanno un costo di circa $ 25 al giorno per un veicolo base.

L'Africa non deve essere super lusso per essere divertente!

"L'Africa è sporca e sottosviluppata".

Mentre guidavo in Ruanda, non potevo credere a quanto fosse pulito tutto, con quasi zero rifiuti sul ciglio della strada. Ero ugualmente meravigliato dalle dimore che avevo visto entrare nella capitale, Kigali. Dalla metà degli anni '90, il Ruanda ha liberato oltre un milione di persone dalla povertà e ha mantenuto la pace, oltre a coinvolgere più donne in politica (il 64% delle persone in parlamento sono donne) rispetto a qualsiasi altro paese al mondo.

Questo è solo uno dei tanti paesi che stanno bene in Africa, incluso il Botswana, che ha rapidamente superato la sua classifica come uno dei paesi più poveri dopo l'indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1977; ha avuto uno dei più alti tassi di crescita economica media del mondo (una media di circa il 9% all'anno dal 1966 al 1999 e il 5% da allora). Anche la Costa d'Avorio sta registrando una forte crescita, con una crescita del PIL dell'8,5% nel 2016 rispetto all'1,6% degli Stati Uniti.

La proprietà del cellulare è alle stelle in Africa. Non potevo credere che in Tanzania, nel Serengeti di tutti i posti, avessi ancora un servizio 3G completo. La mia copertura era molto meglio là fuori di quanto non facessi spesso negli Stati Uniti!

Sono stato ugualmente colpito da quanto fossero buone le strade nella maggior parte dell'Africa meridionale e in alcune parti dell'Africa orientale, tra cui la Tanzania e lo Zambia, per esempio. Ci sono certamente molte strade crivellate di buche o semplicemente di terra, ma quella non era la maggior parte della mia esperienza sulle strade.

Mentre ci sono molti (molti) problemi di sviluppo che devono essere risolti, la nozione che la maggior parte dei paesi in Africa sono a malapena sviluppati, le cattive retate sono solo molto lontane dalla realtà attuale.

"L'Africa è piena di malattie".

Lo spavento di Ebola un paio di anni fa ha spinto i miei amici a preoccuparsi che dirigersi verso il Sud Africa mi avrebbe messo in pericolo. La realtà era che l'Europa, dove vivevo all'epoca, in realtà era più vicina geograficamente all'epidemia del Sud Africa. (Di nuovo, le persone sono geograficamente sfidate quando si tratta di questo continente.)

La malaria è un'altra grande preoccupazione; tuttavia, ci sono importanti iniziative in atto per sradicarlo. Pur chiedendo al proprio medico misure preventive come il malarone o la doxiciclina è ancora assolutamente consigliabile, tra il 2000 e il 2015, i casi di malaria nel continente sono diminuiti dell'88% grazie a un aumento di insetticidi e zanzariere. C'è stato un calo del 60% nella mortalità! Ecco un grafico:

L'HIV e l'AIDS sono anche un grosso problema, specialmente in Sudafrica e in Botswana, dove oltre il 19-25% della popolazione è infetto. Detto questo, il tasso di infezione nella regione è diminuito del 14% dal 2010 al 2015. Altrove in Africa, come in Madagascar, Marocco e Tunisia, tra gli altri, il tasso di infezione è inferiore allo 0,5% della popolazione.

"Viaggiare da soli là, specialmente da donna, è una pessima idea."


Di 'a tutti che hai intenzione di viaggiare da solo in Africa e potresti incontrare reazioni inorridite, a causa di tutte le percezioni sopra elencate. Avevo un po 'paura di viaggiare da solo in Mozambico, soprattutto perché non riuscivo a trovare molte informazioni a riguardo, ma sono andato comunque e sono uscito dall'esperienza con tonnellate di nuovi amici e ricordi meravigliosi.

Ho scoperto che viaggiare da sole in Africa è come in qualsiasi altro luogo - devi assolutamente stare attento a non camminare da solo (specialmente di notte), non dovresti essere troppo intossicato, devi rimanere consapevole e devi fidarti del tuo intuito, ma è non è un grosso svantaggio essere lì da solo. La gente del posto mi portava spesso sotto la loro ala più, e per abitudine, fui sorpreso di scoprire che c'erano anche molti altri viaggiatori da solista in giro.

**** Mentre la rappresentazione dei media non è stata la migliore per l'Africa, è, in realtà, un posto meraviglioso in cui viaggiare, con esperienze che non puoi avere da nessun'altra parte. Ci sono ancora culture africane che mantengono le loro radici, incontri animali che non esistono in altre parti del mondo e alcune delle spiagge più belle che abbia mai visto.

L'Africa ha così tanto da offrire, è rapidamente diventato il mio continente preferito da attraversare, grazie alla cordialità, al calore e alle avventure. Ma non fidarti della mia parola, vai a vedere di persona e cerca di non innamorarti.

Kristin Addis è un'esperta di viaggi femminile solista che ispira le donne a viaggiare per il mondo in modo autentico e avventuroso. Un ex banchiere d'investimento che ha venduto tutti i suoi averi e lasciato la California nel 2012, Kristin ha viaggiato da solo per il mondo per oltre quattro anni, coprendo ogni continente (tranne che per l'Antartide, ma è sulla sua lista). Non c'è quasi niente che non proverà e quasi da nessuna parte non esplorerà. Puoi trovare altre sue riflessioni su Be My Travel Muse o su Instagram e Facebook.

Guarda il video: Top 10 Things to Do in Cape Town (Dicembre 2019).

Loading...